Fall/Winter 2013-2014 Women’s Collection

Il futuro riparte dal passato e va veloce.

Iceberg apre questa collezione con un capo iconico indossato da Giuliana Marchini Gerani nel 1983 nella campagna “Gente di Oggi” firmata da Oliviero Toscani: ovviamente una maglia, intarsiata e progettata allora da Jean-Charles de Castelbajac. Se le radici di un albero sono sane diventa centenario.

Questa collezione parte con il serio intento di riposizionare il marchio in una sua naturale rinascita pensata sui volumi, sui tagli e sulla pulizia. Parola d’ordine: maglieria, che compone l’80% dei capi, anche quando non si vede e si trasforma in fodere, in tessuto, in dettagli, in astrattismi che nascono come righe e diventano stampe, ricami, intrecci.

Nel gioco del “dripping” la maglia si scompone, cola, gira, si muove in maniera pittorica. E’ una tela da riempire con una tavolozza di colori primari: bianco, nero, bluette, giallo. Immediati, quasi infantili, come un gioco da bambini.

Forte la componente di glamour. Questa donna è sensuale e va veloce. Nuove lunghezze bon ton: gonna matita al ginocchio, pantaloni a sigaretta maschili da portare con tacchi altissimi. Forme rivisitate: spalle importanti, trapezi rovesciati e rettangoli arrampicati su diversi livelli.